Le parole di Vincenzo Montella pre Milan-Juventus

LE PAROLE DEL TECNICO ROSSONERO

Ha parlato in conferenza stampa Vincenzo Montella pre Milan-Juventus di domani sera. Ecco i passaggi principali raccolti da calciomercato.com

Montella pre Milan-Juventus

Su Locatelli: “Con il Chievo ha fatto bene, ha fatto quello che gli avevo chiesto. Non è scontato che giochi”.

Su cosa vorrebbe che si dicesse sul Milan dopo la partita: “Che dimostri coraggio, qualche sicurezza ci ha portato fin qui”.

Su Honda: “Adesso sta meglio, si sta allenando con noi da qualche giorno”.

Sulla difesa a tre: “Se la riutilizzo? Se serve anche quella a sei (ride, ndr).

Sull’ambiente sereno e disteso dovuto anche all’allenatore: “Ci sono troppi complimenti. La tranquillità e le motivazioni possono risolvere i problemi. Non c’è bisogno di alzare la voce”.

Su Niang e Suso: “Sono giocatori complementari, spero in qualche gol in più da parte loro”.

Sulla reazione dei ragazzi a un San Siro pieno: “Ho sentito qualche fischio, ma nemmeno tanti, con il Sassuolo. Domani mi piacerebbe emozionarmi per un pubblico partecipe e numeroso come mi è capitato da avversario di ascoltare”.

Sulle vicende societarie: “Non abbiamo una proprietà adesso, ci sono delle persone che lo rappresentano e ci interfacciamo con loro adesso. Abbiamo Galliani e Maiorino che sono presenti sempre al campo”.

Sul gioco diverso rispetto alla sua esperienza a Firenze: “Ogni squadra ha una sua storia, ogni giocatore alle sue caratteristiche. E’ anche vero che con le esperienze ogni allenatore migliora. Lo dico con sincerità, non vedo squadre che ci hanno messo sotto sul piano del gioco, dell’organizzazione. Abbiamo il nostro equilibrio e i nostri punti di forza”.

Sulla differenza con la Juve: “Penso che bisogna fare una valutazione generale, integrando tutto. Evidentemente se vincono da cinque anni sono più forti nella totalità: tecnica e agonismo”.

Sulla vittoria dell’Inter con la Juventus: “La Juve è molto brava ad aspettare gli avversari, non ho visto cose particolari sinceramente”.

Sulla condizione fisica: “Arrivamo bene alla partita, stiamo bene fisicamente”.
Complimenti di Marotta sul Milan giovane: “Sinceramente fa piacere, ma ripeto che non cado nel tranello. Loro sono bravi nella programmazione e nei tranelli, ci stanno facendo tanti complimenti per distrarci. Sono parole dette con sincerità ma non dobbiamo distrarci”.

Su Berlusconi: “E’ un grande presidente, quando mi chiama mi da consigli e finisce li”.

In caso di passo falso: “Viviamo tutto con serenità, consapevoli che sarà una gara difficile ma non è uno spartiacque. Dobbiamo fare una partita di grande livello e dobbiamo arrivarci con umiltà. Non dobbiamo porci troppe domande”.

Sull’entusiasmo dei tifosi: “Sono sereno anche io, ci stiamo avvicinando ad una grande partita e sono curioso di essere in un San Siro pieno. Ci vuole concentrazione, perchè è una partita difficile, l’avversario è fortissimo e vogliamo fare una bella figura”.

Sulla gara di domani: “Non è uno snodo decisivo, sarà più importante la gara di Genova dopo tre giorni. La prossima credo sia quella più importante. Sinceramente non credo che la Juventus non abbia qualcosa in meno, si parlava di una squadra quasi imbattibile. Sono pronti per lottare per la vittoria in Champions League, sono forti in ogni reparto. Ci vuole massimo sacrificio e umiltà”.

Sul Milan anti-Juve: “Se ne sta parlando troppo, si parla spesso delle cose belle ma non dobbiamo cadere nel tranello. Ci siamo conquistati questa risonanza, per quello che siamo riusciti a fare in questo scorcio di stagione. Dobbiamo giocare spensierati”.

Qui le parole di Massimiliano Allegri

Commenti Facebook

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Vai alla barra degli strumenti